Rete

Seguendo un approccio olistico per un raggiungimento degli obiettivi del progetto, è necessaria un'intensa cooperazione e uno scambio regolare di informazioni con tutti i servizi coinvolti nell’accompagnamento dei lavoratori svantaggiati. Ciò consente di attivare in modo rapido e flessibile misure di assistenza complementari e di supporto, ove necessarie.

I principali partner del progetto JAI sono i servizi sociali, le scuole, diversi servizi sanitari (per esempio i servizi psicologici, i servizi per le dipendenze, gli ambulatori specialistici e il reparto per la salute psicosociale dell’età infantile ed evolutiva a Merano), imprese private e pubbliche, servizi giovanili, centri di mediazione lavoro, associazioni imprenditoriali, uffici di orientamento professionale, formazione professionale , altre strutture per l'integrazione lavorativa, l'ufficio provinciale per  l’orientamento scolastico, universitario e professionale e molti altri.